Separati con e senza figli. Uscire con loro si può?

Separati con e senza figli. Avviso ai naviganti.

Gli uomini sui quaranta sono come le parole crociate del New York Times: difficili, complicati e non sei sicura di avere la risposta giusta.
– Carrie Bradshaw –

Io aggiungerei che chiunque, superata una certa età, diventa complicato. Soprattuto se esce da una relazione importante – matrimonio e convivenza – perché quel bagaglio di esperienze e delusioni rimane. Nel bene e nel male.

Ma allora cosa fare? Bisogna evitare di frequentare persone separate? Assolutamente no, basta essere consapevoli e tenere gli occhi ben aperti. Anche se sarebbe più corretto parlare di cuore. Il cuore e la delicatezza devono essere la bussola della nuova relazione. Il sesto senso che guida attraverso un terreno scivoloso.

Separati con e senza figli hanno in comune lo stesso bisogno: tempo. Tempo per occuparsi del proprio dolore. Elaborarlo. Sono persone che hanno sofferto e lottato per far funzionare, fino alla fine, la relazione passata. Si trovano ora a dover mettere in ordine i pezzi. Sono persone che si avvicinano a una nuova frequentazione con paura, sfiducia e ricordi rimasti a fior di pelle, magari di furenti litigi e dissapori. E allo stesso tempo con una rinnovata voglia di vivere e timido coraggio, che permette loro di riaffacciarsi alla vita amorosa. Plausibilmente, nella nuova frequentazione sono alla ricerca di comprensione, delicatezza e molta, molta, molta leggerezza.

La felicità è vincente; è ciò che attira di più.

Quindi, avviso ai naviganti. Quali sono le informazioni da tenere a mente? Rispettare sia la passata sofferenza, sia il desiderio di rimettersi in gioco.

Serve rispetto, comprensione, una buona dose di pazienza, ma soprattutto divertitevi insieme. Parlate, puntate a costruire una bella intimità, avete diritto di sapere in modo chiaro in quale situazione vi state infilando. Non abbiate fretta e vivete quanto più possibile il presente. Non concentratevi su passato e futuro.

Vi sentite pronti per questo? In fondo non è poi così dissimile da qualsiasi altra relazione. Ascoltate il cuore, come i marinai seguivano le stelle nelle notti senza luna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *